Samuele Bosco intervista Carlotta Gilli, oro nei 200 misti SM13 a Tokyo 2020

Pubblicato il Pubblicato in blog, Uncategorized

Di ritorno dall’esperienza vincente delle Paralimpiadi di Tokyo 2020 Carlotta Gilli, oro nei 200 misti SM13, racconta la sua storia di passione e rinascita a Samuele Bosco, Messaggero FIABA Piemonte e suo conterraneo.

Avviata al nuoto dai suoi genitori, Carlotta sperimenta in età infantile la completezza dello sport in acqua malgrado l’iniziale passione la portasse istintivamente verso il calcio giocato. Il desiderio di partecipare alle gare e la soddisfazione per i primi risultati positivi alimentano a lungo l’impegno di Carlotta e trasformano i pesanti e ripetuti allenamenti in generatori di sogni.

Disabilità visiva e inizio della carriera agonistica

Affetta da una grave retinopatia degenerativa riscontrata all’età di circa 7 anni dopo un lungo iter diagnostico, Carlotta inizia a conquistare i primi risultati di rilievo che la porteranno ad intraprendere una carriera vincente in ambito agonistico conquistando ben 12 record mondiali.

Ancora una volta sono la passione, il sogno e la voglia di riuscire che animano Carlotta fino a farle accettare e superare la condizione di grave disabilità visiva di cui è affetta. L’esperienza di Tokyo, la conquista della medaglia d’oro, la lunga lontananza da casa e il sacrificio dei pesanti allenamenti potenziano i sogni di cui ancora oggi è depositaria.

Carlotta Gilli e il Gruppo delle Fiamme Oro della Polizia di Stato

Grata per i risultati raggiunti Carlotta Gilli, atleta paralimpica del gruppo Fiamme Oro della Polizia di Stato, è solita incontrare i più giovani e trasmettere loro la voglia di andare avanti, di superare la fatica e le rinunce imposte dagli allenamenti e di spingere il loro pensiero oltre le difficoltà.

Intenzionata a rincorrere il sogno più importante, Carlotta Gilli attende l’attuazione della legge che permetterà agli atleti paralimpici di essere arruolati. Diventare poliziotta ed indossare la divisa le consentirà di operare con maggiore impegno e responsabilità nella trasmissione dei valori positivi insiti nella pratica sportiva.

Clicca in basso per gli approfondimenti e per visionare l’intervista:

https://www.poliziadistato.it/articolo/gruppi-sportivi-della-polizia-di-stato–fiamme-oro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *