“Continua tu … Storie inventate ai tempi del coronavirus”. Istituto Comprensivo “ Via F. S. Nitti”Roma

Pubblicato il Pubblicato in articoli - le scuole partecipano, consigli di lettura, Uncategorized

Con la spontaneità e la leggerezza espressiva tipiche della giovane età, un nutrito gruppo di ragazze e ragazzi di Roma rispondono con impegno e coraggio alla proposta  ricevuta da Elisamarzia Vitaliano, Preside dell’Istituto Comprensivo di “Via F.S. Nitti” nel corso dell’anno scolastico 2019/2020.

Il laboratorio di scrittura creativa, che dà vita al testo ‘Continua tu…Storie inventate ai tempi del coronavirus’, edito da Erickson, nasce dalla consapevolezza dei rischi e dall’analisi delle conseguenze che la pandemia generata dal virus Sars covid-19 ha prodotto nella scuola, in famiglia e nella società per tutto l’anno 2020 per poi proseguire nell’attuale periodo.

Nello scrivere, i ragazzi aprono con sincerità il loro cuore alla realtà dei fatti, si affidano ai loro pensieri esercitando spontaneità e fantasia. Il desiderio è quello di fornire un contributo attivo che raggiunga, secondo quanto traspare dalle pagine del libro, gli affetti più cari, a scuola e in famiglia.

L’intera operazione, quasi un esercizio terapeutico collettivo, evidenzia il grande significato che le alunne e gli alunni delle classi della scuola superiore di I grado ‘F.S. Nitti’ attribuiscono ai valori essenziali della Vita, soprattutto i legàmi, l’amicizia, il senso del dovere e l’amore per la natura.

Consapevoli di aver dovuto modificare in breve tempo le loro abitudini quotidiane, la frequenza scolastica regolare e quel sano esercizio di condivisione delle attività sportive e ricreative esterne, gli alunni riportano in primo piano l’importanza della famiglia, dei ruoli domestici e dell’amicizia sincera.

Costretti a trascorrere gran parte del loro tempo a casa, i giovanissimi autori delle storie scoprono come il lento trascorrere delle ore favorisca l’incontro, l’ascolto e la partecipazione alle diverse attività quotidiane, finalmente fianco a fianco con i loro genitori.

Poco alla volta, con il passare delle settimane sperimentano l’avvio di un nuovo modo di studiare, di interagire con i loro docenti e di socializzare con gli amici di sempre. Abbandonano l’uso smodato delle tecnologie ad uso ludico e si riorganizzano per rispondere alle richieste dei loro insegnanti, per partecipare alle lezioni a distanza e per comunicare con i compagni di classe e con la dirigente scolastica.

In maniera inedita, le ragazze e i ragazzi, ciascuno secondo le forme espressive più confacenti, l’età e le esperienze di vita, raccontano le loro emozioni, si proiettano coraggiosamente in un futuro ancora privo di certezze e si augurano il ritorno ad una normalità a lungo cercata.

Consapevoli di non poter essere quelli di prima, i ragazzi si prestano volenterosi ad osservare la realtà esterna, le trasformazioni degli ambienti cittadini, la privazione dei riti domenicali in famiglia, le gite, le vacanze e riscoprono l’importanza della natura e la bellezza del creato.

La scuola, ambiente di privilegio per ognuno di loro, diventa così un elemento essenziale da riscoprire, irrinunciabile anche quando il presente appare ai loro occhi ostile in tutta la sua drammaticità.

La lodevole iniziativa è nata nell’ambito del concorso letterario istituito dall’Associazione onlus “Mia Neri Foundation”, intitolato al ricordo di una piccola allieva dell’istituto, volata in cielo nel 2014. E’ significativo ricordare che il ricavato della vendita del volume sarà destinato alla ricerca nel campo dell’oncologia pediatrica.

https://www.ericksonlive.it/catalogo/didattica/educare-alle-emozioni/continua-tu/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *