Vantaggi e limiti della didattica a distanza in tempo di emergenza Covid-19: dal problema a nuove opportunità

Pubblicato il Pubblicato in blog

Rosaria Brocato, referente del Dipartimento Scuola di FIABA è stata protagonista, insieme a Marco Nardini, Presidente di GEOWEG del dibattito ‘Scuola e Formazione’ che si è svolto il 4 ottobre scorso sul palco allestito in Piazza Colonna nell’ambito del XVIII FIABADAY.

I relatori, coordinati dal giornalista Marco Finelli, hanno posto l’attenzione dei presenti sui vantaggi e sui limiti dell’impiego della telematica nella formazione universitaria e scolastica in tempo di emergenza COVID-19, a supporto del distanziamento fisico per la tutela della salute di docenti, alunni e studenti. Da quanto espresso, la Didattica a Distanza (DAD) ha di fatto aiutato ad affrontare in sicurezza l’emergenza sanitaria ma ha privato i soggetti interessati di quella indispensabile relazione tra docenti e discenti, insostituibile componente della didattica in presenza.

Consapevoli dei problemi riscontrati dagli alunni e dalle loro famiglie durante tutta la forzata interruzione delle lezioni ordinarie, soprattutto la mancata relazione sociale e la difficoltà oggettiva, variamente espressa, di presenziare da casa alle lezioni on line, il Dipartimento Scuola ha portato all’attenzione degli esperti presenti alcuni aspetti salienti da considerare nell’attuale delicata fase di ripresa.

Soprattutto, si è ritenuto indispensabile sottolineare l’importanza degli ambienti e del loro essere adeguati e spaziosi per accogliere in sicurezza tutti gli alunni, soprattutto quelli con disabilità motorie, sensoriali ed intellettivo/relazionali, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

Non sarà più possibile prescindere dalla garanzia di offrire agli studenti di ogni ordine e grado la sicurezza sanitaria ed ambientale nonché l’accessibilità anche dei locali non tradizionalmente deputati alla didattica.  Si pensi agli eventuali luoghi di prossimità, individuati dai Dirigenti Scolastici per ridurre il numero degli alunni per classe pur sapendo che quelli con disabilità vivrebbero con disagio l’allontanamento dagli spazi ai quali sono abituati e nei quali hanno imparato a muoversi in autonomia.

Sempre di più sarà auspicabile cogliere l’opportunità offerta dalla difficile situazione generata dall’epidemia di COVID-19 per sollecitare l’attivazione di una didattica inclusiva, ormai non più rinviabile.  Il coinvolgimento di tutti i docenti, adeguatamente formati, nonché l’utilizzo di tecnologie di supporto consentiranno di orientarsi verso una progettazione universale che tenga conto delle differenze e  che escluda la pratica delle deleghe contribuendo all’eliminazione delle ‘etichettature’ basate sulle patologie.

Per questo motivo, da subito e in ogni caso, il Dipartimento Scuola di FIABA propone la formazione di gruppi classe eterogenei, tali da favorire la socialità e la condivisione di tutte le azioni didattiche. Tale accortezza è finalizzata ad evitare pericolosi isolamenti degli alunni con disabilità all’interno di spazi ‘dedicati’, soprattutto quando è necessario scorporare le classi più numerose e  garantire un numero ridotto di presenze con il minor rischio possibile di contagio.

Al dibattito del 4 ottobre scorso è intervenuto Samuele Bosco, amico e sostenitore del Dipartimento Scuola, Messaggero FIABA per il Piemonte Orientale e vice Presidente della Consulta provinciale di Asti per le Pari Opportunità. Le sue parole dal palco di Piazza Colonna, la sua esperienza personale, il suo impegno nelle Istituzioni locali e il suo sostegno alle attività inclusive dell’ISS ‘Leardi’ hanno raccolto l’approvazione del pubblico presente. Giovane testimone del suo tempo, Samuele Bosco è stato il promotore di numerose iniziative concrete a favore degli studenti della sua città organizzando dibattiti sulla sicurezza stradale e affrontando tematiche importanti, quali la legalità e il rispetto delle diversità presenti a scuola e nella società.

Per leggere lo svolgimento dell’intera Giornata, prego cliccare sul link sotto indicato:

FIABADAY 2020 | Grande partecipazione a Roma

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *