Il Viaggio dell’Airone

Pubblicato il Pubblicato in blog, consigli di lettura

Presentato per la prima volta a Roma dal Prof. Alessandro Orlandi il 3 novembre scorso nella libreria della Casa Editrice La Lepre, il romanzo Il viaggio dell’Airone, edizioni La Caravella, segna con successo il primo ingresso di Silvia e Andrea Bartolini nel panorama letterario italiano.

Indefinibile nel genere letterario di appartenenza, il libro si caratterizza per la sempre presente trasmissione generazionale di tutti i messaggi prevalenti, per i ricordi d’infanzia e per la propagazione orale del sapere e delle conoscenze.

Destinato a quanti desiderano leggere un testo curato nel linguaggio, arguto nelle descrizioni e accattivante nella trama, Il viaggio dell’Airone nasce da un complesso, anche lungo iter di ricerca storica delle fonti e si snoda lungo un affascinante quanto doloroso viaggio attraverso la memoria.

Il lettore avventuroso si fa presto viandante per luoghi e Paesi anche molto distanti tra loro e attraverso le pagine del libro segue i numerosi personaggi delle vicende descritte fino a divenire, a sua volta, parte integrante del viaggio e della ricerca ed essenza stessa della storia.

Le passioni per gli studi e la scoperta, ovunque esercitate, conducono tre giovani ricercatori dell’Università di Lovanio, in Belgio, a concretizzare il prestigioso progetto di fondare una rivista di Botanica, Il viaggio dell’Airone. Lo scopo è quello di raccontare il mondo naturale attraverso l’incontro con esperti locali e il viaggio in Paesi lontani, con spirito di avventura e voglia di esplorazione.

Il desiderio dei giovani fondatori è dunque quello di visitare impervie aree geografiche d’interesse, effettuare ricerche scientifiche con il coinvolgimento dei botanici di tutto il mondo, osservare, divulgare informazioni ad un ampio pubblico, infine documentare, disegnare e fotografare.

I lontani ricordi familiari riaffiorano talvolta insistenti tra le pagine del libro, accompagnano tristemente i protagonisti lungo gran parte della narrazione e si affiancano ad essi per l’esigenza primaria di riordinarne i tratti sfumati e per sopravvivere al dolore della perdita.

L’esistenza di due mondi paralleli, con i loro svariati personaggi, si svela ai lettori nel corso della narrazione, la Terra ed Heilun, quest’ultimo abitato da esseri che si materializzano in parte con sembianze umane e in parte con sembianze animali, in lotta costante per il predominio di una o dell’altra componente.

Ecco che tra le pagine del libro appare magistralmente descritto lo scontro generato dalle forze positive che regolano l’ordine e disciplinano il Bene, contrapposte a quelle oscure che sovrintendono al caos, a presidio delle tenebre e del Male.

Il transito tra i due Mondi, secondo l’idea degli autori, avviene attraverso un passaggio ogni volta posizionato in luoghi differenti  della Terra, con un’entrata vigilata da alberi di Ginkgo Biloba, donati in numero di nove, con il compito di garantire alla Terra le migliori condizioni di Vita possibili.

La storia narra che, quando gli Dei dei Mondi decisero che la Terra avrebbe accolto la razza umana, nove alberi di Ginkgo furono donati da un Pianeta antico e precedente al nostro, affinché creassero l’ambiente e producessero l’ossigeno necessario alla nascita dell’uomo. Questo mondo si chiamava Heilun e gli fu affidato il compito di vegliare sulla Terra.

Grazie alla molteplicità degli stimoli storico-geografici e culturali in esso contenuti il romanzo, le cui vicende decorrono dal 1903, anno di fondazione della Rivista di Botanica Il viaggio dell’Airone, si presta ad essere letto ed apprezzato anche da un pubblico giovanile, incline alla riflessione e attratto dalla descrizione fantastica dei fatti e dei luoghi descritti.

I giovani lettori troveranno tra le pagine del romanzo un mondo affascinante e appassionante, al quale prestare attenzione, senza perdere di vista la rotta del viaggio. Godranno di una guida utile, all’occorrenza, per affrontare, possibilmente ristabilire, il difficile equilibrio che spesso contrappone l’ordine al caos e che sempre necessita per riemergere dall’abisso e superare le difficoltà della Vita.

Il Viaggio dell’Airone

Silvia e Andrea Bartolini

La Caravella editrice, 2018

Disegni della pittrice  Shigemi Inagaki

Sito www.ilviaggiodellairone.com a cura di Federico C. Blazquez Garcia

Per lettura e approfondimenti

https://www.ilviaggiodellairone.com/4-mani

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *