Inclusione Scolastica: domande e risposte

Pubblicato il Pubblicato in consigli di lettura, Uncategorized

Flavio Fogarolo e Giancarlo Onger sono gli autori/curatori di un testo prezioso per utilità e precisione che risponde alle esigenze di approfondimento delle normative scolastiche inclusive espresse da genitori, docenti e dirigenti scolastici.

Nel 2014, a partire dall’attivazione di un gruppo facebook ‘Normativa Inclusione’, gli autori hanno iniziato a rispondere a migliaia di quesiti riferiti alla quotidiana pratica scolastica di lavoro con alunni con disabilità o classificati BES.

Il vademecum normativo, proposto nel testo ‘Inclusione scolastica: domande e risposte’, tutt’altro che uno sterile elenco di norme e decreti ministeriali, propone la soluzione possibile alle diverse situazioni concrete che quotidianamente si presentano a scuola.

Organizzato per argomenti, il testo di Fogarolo e Onger propone circa 200 domande e risposte e fornisce riferimenti riguardo la frequenza scolastica degli alunni con disabilità in tutti i gradi di scuola, l’uso improprio delle aule di sostegno, le visite di istruzione, la redazione collegiale del PEI, il diritto all’informazione e all’accesso ai documenti e alla riservatezza.

Di particolare utilità risultano le precisazioni riguardo il corretto operato dell’insegnante di sostegno nella classe a lui/lei assegnata, del personale educativo e assistenziale e dei collaboratori scolastici. Il ruolo dei docenti curricolari, quali compartecipi dell’inclusione, viene particolarmente espresso per sfatare inesattezze e pregiudizi e per garantire a tutti gli alunni un intervento inclusivo mirato e collegiale.

La necessità di abbattere tutte le barriere architettoniche e culturali emerge tra le pagine del testo a garanzia di una frequenza scolastica senza ostacoli anche per gli alunni con disabilità motoria transitoria o permanente.

Dichiaratamente contrari all’aumento esponenziale delle certificazioni, anche in assenza di disabilità dichiarate, Fogarolo e Onger sostengono a ragione che la personalizzazione degli interventi didattici destinati agli alunni con Bisogni Educativi Speciali rientra nella normale e quotidiana pratica dell’insegnamento.

Alle scuole, ricordano gli autori, spetta di attivarsi con tutte le forme di flessibilità che ritengono opportune per riconoscere e valorizzare le diverse normalità e per scongiurare i rischi di improprie etichettature.

I riferimenti ai rapporti con le famiglie e l’alleanza genitori/scuola risultano particolarmente trattati nel testo per l’ineguagliabile necessità di concorrere unite all’obiettivo primario di garantire ad ogni alunno una frequenza scolastica efficace sul piano didattico e formativo, soprattutto al riparo  da ogni pericolosa (e poco inclusiva) forma di medicalizzazione.

Presentato il 15 novembre scorso nell’aula conferenze della Libreria Erickson di Viale Etiopia a Roma, il testo si presenta di agevole lettura e di facile consultazione per dirimere dubbi ed incertezze, talvolta ostacolo alla serena inclusione di tutti i nostri alunni a scuola.

Flavio Fogarolo e Giancarlo Onger

Inclusione Scolastica: domande e risposte

Erickson 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *