Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica: FIABA incontra il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti

Pubblicato il Pubblicato in blog, Uncategorized

Il giorno 27 giugno scorso, nel Salone dei Ministri del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, FIABA e il suo Dipartimento Scuola hanno incontrato il Ministro Marco Bussetti, di recente nomina, presente in sala con il neo eletto sottosegretario all’Istruzione Salvatore Giuliano.

La convocazione dell’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica, istituito con D.M. 686 del 21.09.2017 e successivi decreti integrativi, ha consentito la partecipazione in seduta plenaria di tutti i presidenti delle associazioni rappresentative delle persone con disabilità presenti nel territorio italiano.

Il Ministro Bussetti, al suo esordio all’interno dell’Osservatorio, ha sottolineato l’importanza che rivestono l’attenzione e l’ascolto delle esigenze provenienti dalla base, soprattutto attribuendo significatività all’intervento operativo, non più differibile, nell’attuazione del diritto allo studio per tutti gli studenti.

Con il suo passato di docente di educazione fisica, in possesso della specializzazione per il sostegno, Dirigente scolastico e infine responsabile dell’ambito X (Milano) dell’Ufficio Scolastico della Lombardia, Marco Bussetti si propone, come anche dichiarato nella seduta dell’Osservatorio, di garantire agli studenti con disabilità la presenza di personale specializzato che sappia cogliere le esigenze specifiche dandone pieno seguito, il tutto all’insegna dell’inclusione.

Il presidente di FIABA Giuseppe Trieste, presente nel Salone dei Ministri con Rosaria Brocato, coordinatrice del Dipartimento Scuola, ha esortato il Ministro a coordinare gli sforzi istituzionali in direzione del rispetto delle norme che garantiscono la partecipazione degli alunni con disabilità alle attività scolastiche comuni.

Il particolare il Presidente Trieste ha chiesto che i mezzi di trasporto, scuolabus e bus utilizzati per le gite scolastiche, rispondano obbligatoriamente ai requisiti di accessibilità totale, senza costi aggiuntivi. L’inclusione scolastica, infatti, inizia ancor prima del suono della campanella del mattino e termina ben oltre. Separare i percorsi, differenziando, sfasando gli orari d’ingresso e di uscita (che non sono mai coincidenti con quelli dei compagni) significa escludere o fare una ‘mezza inclusione’.

Alla riunione del 27 giugno hanno inoltre partecipato Giuseppe Chiné, Capo di Gabinetto del MIUR, Rosa De Pasquale, Capo del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione, Maria Assunta Palermo, Direttore generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Maria Maddalena Novelli, Direttore generale per il personale scolastico, Giovanna Boda, Direttore generale per lo studente, l’integrazione e la partecipazione.

Durante l’incontro Raffaele Ciambrone, infine, ha presentato la nuova versione del ‘Portale per l’inclusione scolastica’, che sarà ora sottoposto all’attenzione delle associazioni che fanno parte dell’Osservatorio. Il sito sarà poi pubblicato online nel mese di luglio diventando punto di riferimento per tutte le informazioni sull’argomento, dalla formazione dei docenti, alle buone pratiche e alla normativa in materia.
Il Dipartimento Scuola di FIABA augura buon lavoro a tutti i neoassunti e garantisce interventi di sostanza e collaborazione fattiva ai lavori dell’Osservatorio per l’elaborazione dei provvedimenti attuativi del Decreto Legislativo 13.04.2017 n. 66.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *