Associazione Gocce Verdi – ‘L’albero della Vita. Ricomincio da tre … ricomincio da Te’

Pubblicato il Pubblicato in articoli - le scuole partecipano

Progetto: ‘L’albero della Vita. Ricomincio da tre … ricomincio da Te‘ e ‘La scuola adotta un monumento‘, concorso indetto da Fondazione ‘Napoli Novantanove’ in collaborazione con il MIUR e il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo (Mibact). Il concorso propone tra i suoi scopi quello di indurre gli studenti a studiare e valorizzare un monumento appartenente all’identità storica e civile della loro comunità.

Scuola: Liceo Scientifico e Istituto Professionale Socio Sanitario ‘Cartesio‘ (Scuola Pilota) – Via Carlo Emilio Gadda, 156 – Roma

Monumento adottato: Riserva Parco Naturale Laurentino Acqua Acetosa

Collaborazioni: Associazione Culturale Gocce Verdi per l’Educazione, la Ricerca, la Formazione Professionale per l’ambiente e una migliore qualità di Vita. Dipartimento Scuola di FIABA Onlus. A.N.A.P.I.A. Cartesio (Sistema informativo territoriale per la formazione, il lavoro e l’impresa.

Alunni partecipanti: alunni classi prime-quinte dell’Istituto Cartesio

Referenti: Prof. Daniele FAZIO e Prof.ssa Maria PUCA (Istituto Cartesio). Prof.ssa Francesca CONTESSI SALA e Arch. SALA (Associazione Gocce Verdi). Prof.ssa Rosaria BROCATO (Dipartimento Scuola FIABA Onlus).

Obiettivi: Gli obiettivi previsti dal progetto affondano le loro radici storiche nell’attività didattica, socio-ambientale e territoriale in precedenza svolta dalla Prof.ssa Contessi Sala dagli anni 80/90 ad oggi. La spinta ad intervenire concretamente per porre rimedio al degrado ambientale e culturale che infesta da sempre gli spazi urbani si accompagna alla ricerca di un impegno personale da disporre a servizio dell’impegno collettivo. Gli alunni, chiamati ad essere protagonisti di rilievo all’interno del progetto di riconquista dell’ambiente, saranno condotti alla scoperta e alla conseguente conoscenza del monumento adottato.

Descrizione della visita al monumento adottato: Gli alunni del Liceo ‘Cartesio’, guidati dalla Prof.ssa Contessi Sala, accompagnati dai docenti Fazio e Puca e affiancati dalla Prof.ssa Brocato hanno effettuato la prima visita al monumento adottato, il Parco Riserva Naturale Laurentino Acqua Acetosa. Preceduta dallo studio planimetrico della zona, a cura dell’Arch. Sala, la visita ha consentito agli studenti di intraprendere inizialmente il percorso naturalistico del parco, quindi quello archeologico e, infine, il tratto urbanistico.

L’appartenenza al proprio territorio, la consapevolezza del valore e il desiderio di rintracciarne le origini possono muovere le azioni con lo scopo di finalizzare lo studio alla conoscenza e valorizzazione di un Bene comune presente nel contesto naturale e urbano di residenza.

Il Parco conserva importanti rinvenimenti di epoca protostorica e un’antichissima necropoli contenente le tracce delle tre città ‘perdute’, citate da Livio e Plinio (Tellenae, Ficana e Politorium), distrutte da Anco Marzio per realizzare l’espansione di Roma verso il mare.

Il percorso urbanistico ha previsto la conoscenza del Casale della Massima, risalente al 1911 e oggi destinato a Centro Museale e la visita ad una bottega artigiana, Sartoria da Gino in via Alfonso Gatto. Il laboratorio, testimonianza viva e operante di un antico mestiere ancora presente nel quartiere Laurentino Ponte Ostiense, produce copricapi papali, vescovili e sacerdotali rigorosamente confezionati a mano con tessuti pregiati.

La visita guidata, snodatasi infine tra le aree più degradate della zona, si è conclusa con l’incontro degli studenti con Mario D’Innocenti, Presidente del IX municipio. Nell’apprezzare il lavoro previsto dal progetto ‘La scuola adotta un monumento‘ e nel lodare l’impegno che i ragazzi mettono nella conoscenza e tutela della zona di residenza, Mario D’Innocenti si farà portavoce delle istanze che a breve presenteranno gli studenti.

La Prof.ssa Francesca Contessi Sala ha infine rinnovato l’impegno a coordinare tutte le istituzioni del Territorio per la realizzazione di una importante sinergia di coinvolgimento tra studenti, amministratori ed esponenti delle Associazioni locali e nazionali. FIABA, con il suo Dipartimento Scuola e con l’Ufficio Tecnico, curerà gli aspetti relativi all’accessibilità dei luoghi visitati e condurrà gli alunni ad indagare sulla qualità percepita dai residenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *